CINQUENOVANTA 2010 anno pari. Le regole del gioco

Leno (BS): 21 aprile e 17 maggio 2010
Botticino (BS): 18 maggio 2010
Brescia: 19 e 20 maggio 2010
Rezzato (BS): 18 e 20 maggio 2010

 

Scarica il manifesto con il programma generale

 

Le regole del gioco.
Il cinema come impegno per la legalità

 

Nell'edizione 2010, il festival CinqueNovanta anno pari, ideato da AVISCO e CIAS, continua nell'attività determinata a dipanare il filo ideale iniziato con Io ci metto la faccia.
Nel territorio educativo e artistico cui appartiene è indispensabile coltivare la riflessione e l'impegno civile, generare critica di pensiero e capacità di azione nel solco di quelle regole che, senza ambiguità, la nostra Carta Costituzionale sancisce solennemente.

Regole del gioco che rimandano direttamente alla Costituzione, che tutela la convivenza civile, la giustizia, la salute e la diversità, la libertà di espressione... anche se di questi tempi assistiamo spesso al gioco delle regole, veri e propri giochi di pressione/deformazione/esasperazione delle regole, fino ad arrivare a scardinare l'impianto complessivo e a sostituirlo con un altro qualitativamente alieno rispetto al dettato costituzionale.

Questo è un problema.
Esso può configurarsi come un gioco legale ma illegittimo, dunque merita attenzione e vigilanza e passione.
Se i cittadini, giovani e adulti, non comprendono il perché delle regole, allora tendono a eluderle, ma anche quando le vedono faticose da osservare cercano la scorciatoia e si innesca la decisione di violarle, quando magari non rispondono all'interesse/volontà individuale.
Secondo Gherardo Colombo1 esiste un solo modo per rispondere, vigilare e appassionarsi: riscoprire il senso profondo delle regole che stanno alla base della convivenza civile, ritrovare il punto di riferimento ideale dei valori di base, a cui si ispira la distribuzione di diritti e doveri, opportunità e obblighi, libertà e limiti di ogni individuo. Il rispetto dei valori della persona è la strada da percorrere, indicata anche dalla Costituzione italiana e dalla Dichiarazione Universale dei Diritti Umani, che prospettano un modello di convivenza orientato al riconoscimento e alla valorizzazione dell'altro. In quattro parole: chiarezza, coerenza, impegno e partecipazione2.

"... Delle regole non si può fare a meno perché non si può stare insieme senza applicarne, magari inconsapevolmente..." 3 e dunque, fra altre attività umane - guerra compresa, purtroppo - le regole servono a comunicare, lavorare, giocare, suonare, esprimersi creativamente...

E siamo al nostro ambito particolare.
CinqueNovanta anno pari è un festival a tema in cui le attività di leggere e scrivere film dichiarano che il Cinema può essere impegno per la legalità
sancita dalla Costituzione, ed è anche un momento di confronto e di approfondimento  - tra studiosi, artisti e operatori della scuola e dell'educazione - sui temi specifici della comunicazione per immagini e suoni, sulle più valide produzioni cinematografiche a soggetto, sulle eccellenze di produzione realizzate in ambito educativo attraverso la tecnica della videoanimazione, sulla valenza del cinema d'animazione d'Autore sia sul piano artistico che sociale e formativo.
Nelle giornate di maggio 2010, presso il Cinema Nuovo Eden importanti ospiti animeranno un seminario di riflessione con contributi di grande autorevolezza: Bastano le regole? sarà il tema trattato da Mons. Francesco Beschi; Annamaria Testa interverrà su Il rapporto tra creatività e regole; Tiziana Passarini porterà la testimonianza sull'Esperienza di cinema di animazione e cooperazione internazionale a Tuzla (Bosnia).
Marco Risi, autore di Fortapàsc, incontrerà gli studenti e i cittadini interessati per approfondire, attraverso la visione del film, la valenza sociale e artistica del suo Cinema contro le mafie.
Presso la PInAC di Rezzato, invece, si svolgerà l'incontro serale su Casa Simpson. A che regole giochiamo, per il contributo di Silvia Pompei.
Nelle rassegne Magico Corto: le regole del gioco, molte classi con alunni tra i 5 e i 16 anni di Brescia, Leno e Rezzato avranno l'occasione di divertirsi, apprezzare opere fuori circuito e riflettere insieme, cosa che faranno anche nelle serate i genitori e la cittadinanza curiosa dei comuni di Leno e Botticino.

CinqueNovanta anno pari 2010 è il frutto della collaborazione significativa e il partenariato tra Enti locali, Istituzioni, Festival di cinematografia scolastica, scuole, e le Associazioni AVISCO e CIAS.

Decisivo il sostegno economico della Fondazione ASM.

Elena Pasetti
Direttore Artistico

--------------------------------------------------------------------------------------------------------------

1 Gherardo Colombo, Sulle regole,  Feltrinelli, Milano, 2008
2 ibidem: pag. 147
3 ibidem: pag. 19

--------------------------------------------------------------------------------------------------------------